Schede didattiche di supporto allo studio

Homehttp://www.dotguitar.it
 
AMBITO RITMICO 

Eʼ interessante osservare la configurazione che assumono anche soltanto delle semplici figure di semiminime  quando vengono “governate” dall’elemento “musicale” del fraseggio, il quale, crea quello speciale “movimento” musicale di tensione e distensione, che informeranno lʼintero brano. 
Osserviamo alcune figurazioni utilizzate nelle prima sezione dello studio, battute 1-10

FIGURA XIII
le prime cinque battute,






Guardate la prima e la terza battuta, sono le uniche ad avere la scansione di semplici semiminime nelle tre parti, (quasi un corale semplice), ma se indaghiamo il livello melodico, esso assume una forte valenza espressiva, forgiando la “semplice” figurazione ritmica nelle sue molteplici varietà, (nonostante agli occhi possano risultare simili dal punto di vista “grafico”). Notiamo ad esempio che le semiminime hanno “flussi” tensivi-espressivi diversi. Nella voce del basso, la terza parte, un movimento ascendente con lʼintervallo di 
terza che “passa” sulla quarta Fa per raggiungere il Sol, quinto grado (siamo nella tonalità di Do Maggiore). 

Questo movimento innesta almeno due momenti tensivi per due motivi, uno, perché è lʼunica parte a muoversi, effettuando un moto obliquo armonico, e secondo, crea la dissonanza di passaggio con la nota Fa, nel totale armonico delle voci che invece sostengono lʼarmonia di Do maggiore, con la terza Mi nella voce superiore e il Do, nota fondamentale, nella seconda voce. Nella seconda battuta invece, la terza parte riposa sulla nota Sol con figura di minima, mentre “lʼattenzione” viene spostata sulla seconda parte che realizza un artificio espressivo tramite il “ritardo”. 

In pratica, la nota Do (seconda voce) ritarda lʼentrata del Si (terza dellʼarmonia di dominante Sol, che viene realizzata nella seconda battuta) mentre le parti prima e terza riposano su figure di minime per sostenere lʼarmonia raggiunta. 
Sul terzo movimento della seconda battuta appare il primo disegno figurale delle crome (nella terza voce) che danno lʼavvio alla figura “due crome-semiminima” che avrà tanta importanza come vedremo fra poco. 
La terza e quarta battuta sono la trasposizione su un grado differente (il secondo grado della scala di DO maggiore, il Re) delle prime due battute, sia melodicamente che ritmicamente. 
Nella quarta battuta, precisamente nella voce del basso, appare la figurazione di due crome-semiminima che innesta una piccola progressione-imitata che possiamo vedere in figura XIV qui sotto, alla terza parte rispondono le due voci superiori con lo stesso disegno, attuando altresì un fenomeno ritmico particolare, una “contrazione-ritmica” definita hemiolia, la quale consiste in un mutamento nella scansione ritmica che 
effettua un passaggio da una suddivisione ternaria in una binaria o viceversa. 

Nel nostro caso vi è una contrazione della misura ternaria 3/4 ad una di 2/4, come evidenziato dalle parentesi nell’esempio sotto: 

FIGURA XIV 
battute 6-10 





il cui disegno imitativo si conclude nella cadenza alla dominante Sol delle battute 8-9-10 che completano la prima sezione dello studio.
Fernando Sor: studio op.6 n. 8

di Marcello Rivelli

Home Archivihttp://www.dhttp://www.dotguitar.it/zine/archivi/archivi.html
http://www.dotguitar.it/zine/archivi/archivi.html
http://www.dotguitar.it
  Pag. precedentesor_n8_4.htmlsor_n8_4.htmlsor_n8_4.htmlshapeimage_7_link_0
Pag. successiva  sor_n8_6.htmlsor_n8_6.htmlsor_n8_6.htmlshapeimage_8_link_0

Pagine    1   2   3  4  5  6  7  8  9 

SECONDA PARTE