Marco Corcella
IL DIRITTO D’AUTORE E IL CONTRATTO DI EDIZIONE 
IN AMBITO MUSICALE CON RIFERIMENTO AD UN CASO OTTOCENTESCO: LA MUSICA PER CHITARRA DI MAURO GIULIANI*

di Marco Corcella


marcocorcella@teletu.it

HOMEhttp://www.dotguitar.it
HOME 
APPROFONDIMENTIhttp://www.dotguitar.it/zine/archivi/approfondimenti.html

Tesi di Diploma Accademico di II Livello Conservatorio di Musica “N.Piccinni” - Bari

A.A. 2013-2014

*

_________________


40  Cfr. MATANYA OPHEE, “Antoine de L’Hoyer: autore dell’op.83 di Giuliani”, in “Il Fronimo, rivista trimestrale di chitarra e liuto”, n.73, ottobre 1990



  1. 3.Il plagio e il plagio di se stesso: i “casi Giuliani”


«La musica orecchiabile,

proprio perché tale,

assomiglia a qualche cosa già scritta, già proposta alla gente.

Se non fosse stata udita non avrebbe successo»

Ennio Morricone


L’op. 8340


Nell’ottobre del 1990 sulla rivista musicale di cultura chitarristica “Il Fronimo” uscì un articolo a cura del musicologo Matanya Ophee, dal titolo molto particolare: “Antoine de L’Hoyer: autore dell’op.83 di Giuliani”. Ad una prima lettura ciò che è scritto sembrerebbe davvero molto strano e si penserebbe subito ad un evidente errore: come può qualcuno, essere autore di un’opera di qualcun altro?

Tutto parte dalla presenza nella Biblioteca Nazionale di Parigi dell’op.27 di Antoine de L’Hoyer, così intitolata:


Six / EXERCISES/ Pour la Guitare / Dediès / A Son Altesse Imperiale / Madame la Grande Duchesse / de / [nome non decifrabile] / Par A. de Lhoyer / Ouvre 27 Prix 4.50ʿ / A PARIS (etichetta con i dati del distributore – Corbeaux). No.1063.


Scritta a mano si nota la data del 1812. Ophee fa notare come il nome dell’editore sia nascosto sotto l’etichetta del distributore, ma si riesca a capire che si tratta di Pleyel. Per la datazione precisa dell’opera, l’autore si rifà a diversi criteri:


1.I due consecutivi numeri d’opera di de L’Hoyer, l’op.28 (un Duo per violino e chitarra)                                

   e l’op.29 (un Trio concertante per tre chitarre) sono stati pubblicati da Pleyel                 

   rispettivamente con i numeri di lastra 1108 e 1109, molto vicini al 1063 dell’op.27.



  1. 2.Le tre opere sono incise in modo identico: vengono usati gli stessi simboli musicali e gli stessi caratteri.


  1. 3.Il catalogo Whistling elenca l‘opera come pubblicazione di Pleyel.


  1. 4.L’opera è elencata nel catalogo di Pleyel con lo stesso numero e lo stesso prezzo presente nel frontespizio.


Venendo agli aspetti più puramente musicali, la musica è identica se non per qualche insignificante differenza, ai Sei preludi op.83 di Giuliani. Cambia l’ordine dei brani, come indicato qui di seguito dal confronto delle due opere:


op.27           op.83

Esercizio n°1 (in re maggiore)Preludio n°1

Esercizio n°2 (in la maggiore)Preludio n°5

Esercizio n°3 (in re minore)Preludio n°6

Esercizio n°4 (in do maggiore)Preludio n°3

Esercizio n°5 (in mi minore)Preludio n°4

Esercizio n°6 (in la minore)Preludio n°2



Di seguito sono mostrate le due versioni, prima l’op.27 di de L’Hoyer e successivamente l’op.83 di Giuliani, per un efficace confronto: