LE PATOLOGIE PROFESSIONALI DEI CHITARRISTI
HOMEhttp://www.dotguitar.it
HOME 
APPROFONDIMENTIhttp://www.dotguitar.it/zine/archivi/approfondimenti.html

di Santolo Testa

santolotesta83@libero.it




CAUSE DELLE TENDINOPATIE

L’origine delle tendinopatie può essere determinata da molteplici concause quali l’età,  i fattori meccanici, i fattori congeniti o predispondenti, la postura, le malattie sistemiche e  le malattie dismetaboliche.




Uno dei fattori maggiormente rilevanti è sicuramente l’età, in quanto con il passare del tempo i muscoli diventano meno tonici e si ha una riduzione della vascolarizzazione per cui l’apparato muscolo-tendineo risulta particolarmente sensibile agli stress fisici e meno predisposto al recupero rigenerativo dei tessuti.




Il ripetersi di stress meccanici e di ipersollecitazioni funzionali (fattori meccanici) creano infiammazioni flogistiche miotendinee e degenerazioni tendinee con la conseguente impossibilità di poter rispondere ad ulteriori stress meccanici anche di lieve entità.


Le varie conformazione anatomiche dei tendini e la propensione dell’organismo a rigenerare i muscoli miotendinei rappresentano delle cause di propensione fisico-biologica delle infiammazioni dei tessuti muscolari e tendinei (fattori congeniti o  predispondenti).


Anche una postura non corretta o comunque una postura reiterata nel tempo  derivante dall’attività lavorativa o professionale può provocare infiammazioni tendinee e micro-contratture muscolari.


Le strutture osteo-articolari e muscolo-tendinee possono subire anche le conseguenze di malattie sistemiche quali l'artrite reumatoide ed il lupus eritematoso. L’artrite reumatoide è una patologia infiammatoria cronica di origine autoimmune che si manifesta tra i 40 ed i 60 anni con una percentuale maggiore nei soggetti di sesso femminile. Il lupus eritematoso, invece, è una malattia autoimmune che può colpire varie parti del corpo quale le articolazioni, la pelle, il cuore, i reni, il cervello, i polmoni ed i vasi sanguigni e che si manifesta generalmente tra i 15 ed i 45 anni.


Anche il metabolismo alterato può rappresentare una minaccia per l’apparato muscolo tendineo perché può dar luogo a patologie di natura dismetabolica quali la gotta e la sindrome di Reiter. La gotta è un’artrite infiammatoria che si manifesta con dolori articolari e talvolta tumefazioni ed insorge quando l’organismo ha difficoltà ad eliminare l’acido urico. La sindrome di Reiter, definita anche artrite reattiva, è un’artrite acuta che provoca un’infezione localizzata in un altro distretto dell’organismo e che colpisce soggetti compresi tra i 20 ed i 40 anni.


In particolare, può provocare 3 diversi tipi di infiammazione:

Artrite, alle articolazione ed ai tendini (nella maggioranza dei casi)

Congiuntivite, agli occhi

Uretrite, al tratto urinario