LE PATOLOGIE PROFESSIONALI DEI CHITARRISTI
HOMEhttp://www.dotguitar.it
HOME 
APPROFONDIMENTIhttp://www.dotguitar.it/zine/archivi/approfondimenti.html

di Santolo Testa

santolotesta83@libero.it




DIAGNOSTICA STRUMENTALE DELLE TENDINOPATIE


La diagnosi delle tendinopatie avviene mediante 4 modalità:

ANAMNESI
ESAME OBIETTIVO
DATI DI LABORATORIO

ESAMI STRUMENTALI


La diagnostica strumentale delle tendinopatie, in particolare, può avvenire mediante l’ecografia muscolo-tendinea, la RMN e la TAC



ECOGRAFIA MUSCOLO-TENDINEA




L’ecografia rappresenta una delle metodiche maggiormente utilizzate per la diagnosi di patologie che affliggono il comparto muscolo-scheletrico e capsulo legamentoso.


L’ecografia muscolo-tendinea è una tecnica non invasiva che utilizza gli ultrasuoni, ovvero radiazioni meccaniche non ionizzate con frequenze elevate (3,5-14MHz), per ispezionare i fasci muscolari, i tendini del corpo ed eventuali loro alterazioni. La durata dell’esame è di circa 15-20 minuti.


Questa metodologia è indolore e non comporta nessuna controindicazione. Essendo gli ultrasuoni una forma di energia meccanica, per potersi propagare necessitano di un mezzo elastico quali plasma o liquido. Per tale motivo, nel corso dell’ecografia, viene applicata una sostanza gelatinosa sulla pelle del paziente, in corrispondenza della parte del corpo da esaminare, per migliorare il contatto della sonda che emette gli ultrasuoni.



Il principio di funzionamento di questo esame si basa sull’osservazione della propagazione delle frequenze dei suoni non udibili all’orecchio umano. Gli echi emessi dagli ultrasuoni, infatti, colpiscono i tessuti e vengono riflessi in maniera diversa a seconda della composizione dei tessuti stessi.


All’esame ecografico si distinguono bene sia i fasci muscolari che la struttura fibrillare dei tendini, che appaiono simili a dei nastri di colore bianco e le eventuali lesioni che appaiono di colore più scuro. In particolare, l’esame ecografico muscolo tendineo, nel dettaglio permette di vedere:

PATOLOGIE MUSCOLARI (Miotensiti, lesioni muscolari)

PATOLOGIE TENDINEE (Tendiniti, tendinosi, paratenoniti, entesiti, lesioni tendinee e tendinopatie)

BORSITI

ARTOSINOVITI

CISTI SOTTOCUTANEE, TENDINEE E SINOVIALI


L’ecografia muscolo-tendinea non è in grado di vedere le ossa e all’interno delle articolazioni e, non essendo un esame panoramico, non permette la ricostruzione spaziale dei segmenti corporei e delle strutture in essi presenti.


Tuttavia, il basso costo, la grande disponibilità sul territorio, la possibilità di ripetizione dell’esame per un follow-up delle patologie, l’elevata tollerabilità, l’ottima definizione delle immagini e la possibilità di un test rapido ed in tempo reale, rendono l’ecografia muscolo tendinea la metodica strumentale più diffusa per le patologie sopracitate.