Dal 6 al 13 Giugno 2011 si è svolto a Koblenz, cittadina sita tra i due fiumi Moselle e Reno, in Germania, il XIX° International Guitar Festival & Academy, uno dei festival chitarristici più grandi ed importanti al mondo, che ha visto la  partecipazione dei più  grandi  strumentisti del panorama chitarristico internazionale.

Come ogni anno, il festival viene organizzato con grande passione ed impegno dall’inarrestabile Georg Schmitz, direttore dell’Accademia Internazionale di Koblenz. Il festival si è svolto in poco più di una settimana, in cui ci sono stati concerti, masterclass ed un concorso che ha messo in competizione giovani talenti provenienti da tutto il mondo.

Ogni giorno i circa 300 alunni partecipanti hanno potuto ascoltare almeno due concerti, uno pomeridiano ed uno serale, e provare i numerosi strumenti presenti alla mostra di liuteria.

Erano presenti anche la Chanterelle Editions, con Michael Macmeeken, con uno stand - frequentatissimo - che oltre a tantissimi CD e volumi delle più importanti case editrici mondiali, aveva un nutrito settore di accessori (cordiere, cartine  ed accessori per le unghie, etc.) che in breve tempo è stato letteralmente preso d’assalto dai numerosi partecipanti al festival. 

La casa D’Addario era presente con un proprio stand tenuto dai Proff. Thomas Offermann e Brian Vance.



David Russell, Hubert Käppel, Costas Cotsiolis.
____________


Di grandissimo prestigio i concerti che si sono tenuti durante il Festival con sale sempre stracolme di pubblico, circa 600 persone. 


Il concerto d’apertura è stato tenuto da Pavel Steidl (chitarra) e Gabriela Demeterova (violino), come al solito molto esuberante con un programma che ha visto nella prima parte l’esecuzione di pezzi solistici, prima per chitarra(Jan Antonìn Losy: Ouverture fur Gitarre solo) e poi per violino (H.Ignaz Franz Biber: Passacaglia fur Violine solo). Nella seconda parte i due musicisti hanno eseguito brani per duo: la Sonata dal Centone  N°1 di Niccolò Paganini, la Sonata “River Berounka” di Carlo Domeniconi ed infine la Suite “Historie du Tango” di Piazzolla.





Il secondo giorno si è esibito David Russell, che ha suonato in modo straordinario un concerto fatto per la maggior parte da brani trascritti da lui stesso: Georg Friedrich Handel: suite n°7 in g-moll HWV 432, Johann Sebastian Bach: Sinfonia BWV 791, BWV 792 e BWV 797. Inoltre ha eseguito un pezzo a lui dedicato dal chitarrista-compositore Patrick Roux: le Bourdon de L’ame. Per il finale Russell ci ha regalato gli spagnoleggianti pezzi di Albeniz, tra cui Capricho Catalàn, Cuba, Granada e Serenata. Il concerto ha riscosso un successo di pubblico straordinario con grandi ovazioni per il chitarrista scozzese.


La sera dell’ 8 Giugno è stata la volta del doppio concerto tenuto da Marcin Dylla (Polonia) ed Aniello Desiderio (Italia). I programmi, per entrambi costituiti da brani di repertorio tra cui i pezzi di Regondi, Takemitsu (In the Woods) e i Tres piezas Espanolas di Rodrigo per il talentuoso Marcin Dylla, mentre il grande Aniello Desiderio ha eseguito brani di Napoleon Coste, sonate di Cimarosa e Scarlatti, la Sonatina il La Maggiore di Federico Moreno Torroba, concerto davvero applauditissimo che ha lasciato il pubblico in delirio! 

Un altro affollatissimo concerto pomeridiano ha visto in scena Marco Tamayo, che ha eseguito brillantemente grandi capolavori della chitarra, come il “Grand Solo” op.14 di F.Sor, la Sonatina Meridional di Manuel Maria Ponce, la Sonata Op.61 di Joaquin Turina. Oltre ai classici pezzi di repertorio Marco Tamayo ha regalato al suo pubblico brani da lui arrangiati, come “Nuovo cinema paradiso” di Ennio Morricone, oltre ad un Capriccio di Niccolò Paganini.
<< HOMEhttp://www.dotguitar.it
<< HOME 
ARCHIVIhttp://www.dotguitar.it/zine/archivi/archivi.html


Koblenz 2011

19th International Guitar Festival

& Academy

          




 


  di Mauro Tamburrini

  mauro.dotguitar@gmail.com


All photos by Thérèse Saba <guitar@theresesaba.com>

 
 
Pag. successiva  koblenz11_2.htmlkoblenz11_2.htmlkoblenz11_2.htmlshapeimage_6_link_0