di Vania Zoccarato

Scale maggiori e minori per moto contrario

Home

Home archivi

http://www.dotguitar.it
http://www.dotguitar.it/zine/archivi/index.html
 

Lo studio delle scale per moto contrario è un'ovvia conseguenza tecnica per affrontare un repertorio classico o più contemporaneo, ed avere così una padronanza tecnico-contrappuntistica.


Le scale scritte sono dodici maggiori e relative minori melodiche e armoniche.

Alcune hanno due “ ipotesi”, ovvero due diteggiature differenti della stessa scala in due punti diversi della tastiera.

Ciò può stimolare lo studente a trovarne delle altre.


Le scale a moto contrario non devono soltanto servire come mero esercizio tecnico, bensì anche a stimolare la creatività, l'interpretazione, in funzione di una propria composizione o improvvisazione ai fini di un'idea contrappuntistica.


V.Z.


___________________________

Vania Zoccarato si diploma in chitarra classica al Conservatorio di Udine sotto la guida del Maestro Pier Luigi Corona e conclude gli studi di Alto Perfezionamento con merito, all'Accademia “Nuovi Orizzonti Dorica” ad Ancona, con il chitarrista e compositore Maurizio Colonna.


Da sempre ha affiancato gli studi classici a quelli moderni studiando improvvisazione sotto la guida del pianista Jazz Andrea Rapisarda seguendo numerosi seminari con i chitarristi Bebo Ferra, Frank Gambale e Robert Fripp.


Ha realizzato vari progetti nello stile brasiliano della Bossa Nova come arrangiatore ed esecutore in duo e trio.

Nello stile della Bossa Nova e Swing ha arrangiato e suonato in duo e trio un repertorio di autori italiani tra i quali, Gaber e Paoli.


Tiene corsi di Distensione Autogena e Rilassamento per musicisti.

Attualmente scrive musica propria per chitarra classica ed acustica lavorando per la realizzazione di un disco.


Collabora con lo Scrittore e Critico Letterario Davide Sciuto nel musicare alcune parti della Divina Commedia. Spettacolo teatrale supportato da immagini di dipinti dei maggiori pittori della storia dell'arte italiana, con voce narrante dell'attore veneto Filippo Facca.


Tiene corsi di chitarra elettrica, acustica ed improvvisazione dal 1992 nelle regioni del Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ha insegnato per un decennio nelle prime due scuole italiane che applicano il metodo Willems ovvero un innovativo insegnamento della musica ai bambini dai due anni in poi.


Vania gained his diploma in classical guitar at the Conservatoire of Udine under the supervision of Mo Pier Luigi Corona. He then went on perfecting his technique at the “Nuovi Orizzonti Dorica” Academy with guitarist and composer Maurizio Colonna.


Interested in both classical and modern music, Vania studied improvisation with jazz pianist Andrea Rapisarda, and attended seminars by Bebo Ferra, Frank Gambale, and Robert Fripp. He collaborated on Brazilian bossa nova duos and trios as arranger and musician, and also arranged in bossa nova and swing-style a repertoire of Italian singer-songwriters, the likes of Giorgio Gaber and Gino Paoli.


At the moment he is working towards a solo album, and is busy writing new material for both classical and acustic guitars. At the same time he’s collaborating with author and literary critic Davide Sciuto on a theatre project where parts of Dante’s Divine Comedy have been put by him into music. The piece is accompanied by images of paintings by some of the greatest Italian artists, while the narrating voice is provided by Venetian actor Filippo Facca.


Vania has been running classical/electric/acoustic guitar and improvisation classes since 1992 in Veneto and Friuli Venezia Giulia (northeast of Italy). For a decade he’s been teaching in Willems Schools, applying an innovative method for the musical training of children. Moreover, he runs courses of autogenous relaxation for musicians.






       


Scarica tutto il fascicolo in PDF Scale.pdf (31.7 Mb)