di Giorgio Signorile

Giorgio Signorile: 
Sogni

Home

Home archivi

http://www.dotguitar.it
http://www.dotguitar.it/zine/archivi/index.html
 

Giorgio Signorile: Sogni


    Il Sogno, come momento intimo da vivere in compagnia della chitarra, un ideale ponte tra  l'immaginario e il mondo esterno.


Le note, reali e fissate sul pentagramma, sono il punto di partenza di un'esplorazione timbrica da studiare e suonare senza fretta, con i giusti respiri: siamo ai confini tra classica, pop, jazz...non abbiate paura di “lasciarvi andare” con un'interpretazione sentita e personale.


Brevi scale, accordi uniti e arpeggiati, cambi di posizione, le difficoltà tecniche non sono di grande rilievo, consentendo un'esecuzione adatta ad un livello compreso intorno al 3°- 4° anno di studio.


Possiamo dividere il brano in 3 sezioni: l'inizio, con brevi scalette da affrontare in leggero crescendo, una seconda parte, molto dolce e melodica, con  una melodia cantabile sottolineata da accordi arpeggiati, e una terza parte, accordale, che ricorda un accompagnamento pianistico quasi in stile pop.


Formalmente il pezzo inizia in La minore, una tonalità che amo perchè molto chitarristica, la melodia vive sulle prime posizioni delle tre corde acute e l'accompagnamento è pieno e sonoro, giocando molto con i bassi a vuoto; l'ambiente è lieve e nostalgico, fino al cambio di tonalità, La Maggiore a battuta 28, un cambio che porta serenità e luce nella melodia, sempre giocata tra sequenze melodiche e accordi arpeggiati.


Prestate attenzione alle indicazioni che ho scritto, sia nella diteggiatura che nell'interpretazione: a volte certe soluzioni possono sembrare curiose e difficili da realizzare ma permettono il mantenimento corretto dei suoni e un cambio più agevole di posizione.

Buon studio!

G.S.


Scarica PDF intero