Ecco di seguito un esempio di quella che ho battezzato “parte trasversale semplificata”: la parte contiene anche delle opzioni e in quella più semplice non ha valori inferiori alla croma.


La parte è stata costruita nel pieno rispetto delle regole di condotta armonica e contrappuntistica e non introduce raddoppi o movimenti melodici scorretti ed è quindi completamente “neutrale”.



Esempio 7:







Il Minuetto della Sinfonia n. 39 in Mib maggiore di W.A.Mozart (trasportato nella tonalità di Mi maggiore) rappresenta una caso di “partitura modulare” prettamente orchestrale a 12 parti reali, e si può ridurre alle sole tre parti di chitarra 1, 2 e 3.

La partitura nasce infatti dall’espansione di un trio da me realizzato in precedenza.