Libri e Partiture
Recensioni scelte
HOMEhttp://www.dotguitar.it

di Lucio Matarazzo

lucio.matarazzo@gmail.com


 
HOME NOVITA’ EDIT.http://www.dotguitar.it/zine/archivi/novedit.html
 


Andrea Aguzzi: NETLABELS

Musica, economia, diritto, società in Internet



Link all’articolo sul Blog

Link al Blog Chitarre e Dintorni - Nuove Musiche

Link per l’acquisto on-line





Andrea Aguzzi è un poliedrico ed interessantissimo "personaggio" che, tra le altre sue attività, si interessa della divulgazione di tutto ciò che è l'attualità della chitarra,   classica, elettrica e acustica, nel mondo della musica d'oggi (una volta avremmo detto d'avanguardia !!) - sia attraverso il suo seguitissimo blog Chitarre e dintorni che con la sua netLabel AlchEmistica con la quale promuove la diffusione dell'attività di giovani e non, che operano nel mondo della musica contemporanea.


Questo suo agile volume dedicato alle Netlabels, "etichette indipendenti che si appoggiano esclusivamente al download digitale, permettendo di scaricare brani dai propri siti ma soprattutto dai grandi portali di vendita di mp3 come iTunes, Yahoo Music, Amazon" - rappresenta un compendio stringato ma "succoso" su tutto ciò che è il cambiamento che sta avvenendo nella produzione e nella fruizione della musica riprodotta, nel frenetico mondo d'oggi.

Voglio riportare integralmente la breve presentazione del libro fatta dallo stesso autore, che bene ne spiega il contenuto:


Il mio nuovo libro Netlabels: Musica, economia, diritto, società in Internet.

Dieci capitoli che vanno a riempire un vuoto informativo decennale con una modalità lucidamente tecnica, fornendo spiegazioni veloci ma circostanziate, una 'minima lectio magistralis' che riesce a far luce sui procedimenti che regolano il mondo delle majors e delle indies labels, delle netlabels e dei loro meccanismi legati alle licenze Creative Commons.


Un'attenta disamina che procede inoltrandosi nel mondo dei files musicali, fornendo spiegazioni esaurienti sui vari formati per passare poi all'aspetto economico/sociologico rappresentato dalla fruizione delle nuove tecnologie d'ascolto tramite iPod.


Le ultime pagine sono dedicate al fenomeno della condivisione che anche in Italia avviene proprio grazie all'apporto fondamentale delle netlabels distribuite lungo la penisola, etichette digitali nazionali cui è dedicato l'ultimo capitolo del libro.


Una pubblicazione che va a colmare un vuoto informativo e contribuisce ad illuminare un mondo per troppo tempo rimasto nell'ombra costante della disinformazione. Rigorosamente autoprodotto.


È incredibile come Aguzzi sia riuscito a condensare in poche pagine - una cinquantina - un così gran numero di informazioni unite ad una attenta analisi dei fenomeni sociologici che sono dietro la trasformazione di tutto ciò che è il mondo odierno della musica riprodotta.


Abbiamo modo così di essere partecipi di interessanti considerazioni su come "A uscirne da questo scenario non è lo snaturamento della musica in quanto artefatto artistico, ma piuttosto la sublimazione della stessa, nel suo ruolo chiave di merce, di straordinario veicolo onnicomprensivo per l'immaginario di massa. Sublimazione che si accompagna a una metamorfosi a tutto campo, una sorta di mutazione antropologica generalizzata, che fa della musica, per chi non se ne fosse accorto, uno dei flussi fondanti su cui si sta costruendo l'immaginario della società in rete."